MONDOVÌ (Cuneo)

Marwan Chaibi, 19 anni, rappresentante d’istituto del network ScuolaZoo, maturando all’istituto tecnico statale G. Cigna di Mondovì. Dopo i banchi con le ruote le mascherine di Stato. Bocciate dagli studenti. Anche nel vostro sondaggio.

"Nella mia scuola le prime sono state bocciatissime. Le abbiamo definite in maniera ironica spolverini, con quegli elastici molto grossi. Le abbiamo relegate in un cassetto e rimarranno lì. Promuovo solo le ultime. Hanno l’elastico e il ferretto".

E chi le produce?

"Bella domanda, sarebbe interessante saperlo. Ma sulle confezioni che ci vengono consegnate negli ultimi tempi non c’è scritto proprio nulla. Sono confezionate in pacchi da dieci. Io le uso per fare ginnastica o le tengo nello zaino come salvagente, nel caso si rompa la FFP2. La compro, l’ho scelta perché protegge di più".

Per il sottosegretario Sasso sarebbe da consegnare proprio quel tipo, agli studenti.

"Sono d’accordo. Come scuole siamo uno dei punti che stanno reggendo, almeno è così nella mia zona. Quella mascherina è più sicura anche se ha i suoi svantaggi, ad esempio tiene più caldo. Ma sono cose che ormai abbiamo imparato a sopportare".

Il sondaggio che avete lanciato sulla vostra community online boccia le mascherine di Stato, il 96% preferisce portarle da casa.

"Io la direi così: bella l’idea ma poi... Come dicono certi professori: è intelligente ma non si applica".

ri. ba.