1 Blue whale

Negli scorsi anni fenomeni come la Blue Whale challenge, una serie di sfide che impongono alle giovani vittime atti di autolesionismo, fino al suicidio, sono stati ipotizzati – anche attraverso indagini – come causa di morte di alcuni adolescenti.

2 Jonathan Galindo

Attraverso i social Jonathan Galindo (a destra) chiede l’amicizia ai giovanissimi e li invita a giocare con lui. Ai ragazzi propone sfide di coraggio che culminano con atti di autolesionismo. Come praticarsi delle incisioni sulla pancia con una lama affilata.

3 Momo

Un volto inquietante di una ragazza dagli occhi sporgenti, i capelli unti e i vestiti stracciati prende di mira i più giovani chiedendo loro di contattare un numero Whatsapp. Dal quale, poi, si ricevono istruzioni per una serie di compiti pericolosi.