Nuova tegola per Armin Laschet, il candidato cancelliere della CduCsu. Il governatore il governatore del Nordreno-Vestfalia era stato sorpreso a ridere dalle telecamere mentre era in visita nei luoghi più colpiti dall’alluvione di metà luglio. Dopo la leader dei Verdi, Annalena Baerbock, anche Laschet (in foto) è stato accusato di aver compiuto dei plagi in un suo libro. Il cosiddetto ‘cacciatore dei copioni’ Martin Heidingsfelder ha infatti affermato che in un volume firmato dal leader dei cristiano-democratici tedeschi nel 2009 sulle migrazioni vi sarebbero passaggi presi da altri testi senza che vengano nominate le fonti. Laschet, che all’epoca era ministro per l’Integrazione del Nord-Reno Vestfalia, si è subito scusato, ammettendo che il volume contiene "evidenti errori", di cui lui stesso si dice responsabile. "Almeno uno degli autori del materiale contenuto nel libro non viene nominato nell’indice delle fonti, ha spiegato il leader della Cdu, che informa di aver dato incarico di fare "analizzare" il volume del 2009 alla ricerca di ulteriori "possibili errori".