Giorgio Comaschi Cari ladri, accomodatevi pure, vi aspettiamo. Si legge che in tutta Italia sono aumentati i furti nelle ville. Durante il periodo delle vacanze i ladri si scatenano e si organizzano. Ma non hanno poi così tanto bisogno di informarsi e organizzarsi. Siamo noi che li invitiamo, servendo loro su un piatto d’argento piante dettagliate della casa, del giardino, di come sono messi...

Giorgio

Comaschi

Cari ladri, accomodatevi pure, vi aspettiamo. Si legge che in tutta Italia sono aumentati i furti nelle ville. Durante il periodo delle vacanze i ladri si scatenano e si organizzano. Ma non hanno poi così tanto bisogno di informarsi e organizzarsi. Siamo noi che li invitiamo, servendo loro su un piatto d’argento piante dettagliate della casa, del giardino, di come sono messi i mobili, di dove sono le camere, i quadri, gli armadi, gli oggetti di valore, le porte, i cancelli eccetera. Su Facebook e su Instagram ognuno pubblica tutti i giorni il dettaglio dei suoi luoghi più intimi e privati: dove siamo in vacanza, quanto ci stiamo, se andiamo a correre il percorso di dove siamo in quell’istante, tutto. Ci manca solo che ai signori ladri facciamo trovare anche un piattino con qualcosa da mangiare e qualcosa da bere, come fanno i babbi e le mamme per l’arrivo di Babbo Natale o la Befana.

I Babbi Natale siamo noi, che non resistiamo a postare la camera da letto, il bagno, il bimbo nella culla, la nonna in poltrona, la mamma che cucina (con lunghe inquadrature di raccapriccianti sughi sfrigolanti). I ladri si sfregano le mani, fanno il loro bel piano e appena ci allontaniamo zac, fanno il colpo, sapendo dove mettere le mani. Ma la nostra intelligenza e lungimiranza si sfalda tragicamente di fronte all’irresistibile richiamo del far vedere chissà a chi, tutti i nostri movimenti, in una specie di Tg perenne, di maniacale diretta di noi stessi. La cosa fantastica è che poi ci inalberiamo per la "praivasi". "Ah no, io il permesso per la foto di classe con mia figlia non lo do. Per la praivasi". "Il mio nome al ristorante, per le norme anticovid, io non lo scrivo, ci mancherebbe altro. E la praivasi dov’è?". "Meno male che in ospedale, quando chiamano, non dicono più il cognome ma solo nome. Così sì che c’è più praivasi". Forse siamo degli esseri da studiare a fondo. Come siamo? Ce la possiamo fare? O siamo da far vedere a qualcuno bravo. Ma molto bravo.