Hanno sbattuto la porta dopo una lunga battaglia legale, lasciando la televisione alla quale hanno dedicato la vita. Le protagoniste sono cinque giornaliste tutte oltre i 40 anni, ex dipendenti della rete televisiva New York 1, piccola ma importante tv che racconta ciò che accade nella Grande Mela. Pesante l’accusa rivolta all’editore: "Siamo state messe da parte come merce scaduta". Già perché, Roma Torre di 62 anni, Amanda Farinacci, Kristen Shaughnessy, Jeanine Ramirez e Vivian Lee, tutte oltre i 40, non ricoprivano ruoli di secondo piano. Anche Andrew Cuomo, governatore dello Stato di New York, è intervenuto: "Gli spettatori di Ny1 hanno perso il contributo di cinque tra le migliori giornaliste della rete". La causa era iniziata nel giugno del 2019, per discriminazione sessuale e mobbing sulle persone anziane. Le giornaliste hanno anche messo in risalto il diverso trattamento riservato ai maschi, meglio pagati e con uffici più grandi. La causa si è risolta con un accordo. Nel 2016 la Tv è stata acquisita dalla Charter Communications che ha avviato un "processo di modernizzazione".