Laura Pausini
Laura Pausini

Roma, 26 novembre 2020 - Mentre il mondo è ancora scosso per la notizia della morte di Maradona e in molti continuano ad esprimere messaggi di cordoglio, c'è chi va controcorrente come la cantante Laura Pausini. 

Commentando un post sul profilo Twitter della sorella, pochi minuti dopo, la cantante romagnola si è espressa così sulla scomparsa del fenomeno del calcio mondiale: "In Italia fa più notizia l'addio ad un uomo sicuramente bravissimo a giocare al pallone, ma davvero poco apprezzabile per mille cose personali diventate pubbliche, piuttosto che l’addio a tante donne maltrattate, violentate, abusate. Non so davvero che pensare". Parole forti che non sono passate inosservate scatenando un'accesa polemica sul profilo Instagram della cantante. Da un lato c'è chi ha difeso il commento della Pausini, dall'altro chi lo ha trovato inadeguato. 

La morte di Maradona è accaduta il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, catalizzando l'attenzione di mezzi d'informazione e media nazionali e offuscando in parte le commemorazioni e le iniziative dedicate al delicato tema della violenza di genere.

La risposta di Fiorella Mannoia 

Pronta la risposta della collaga cantante Fiorella Mannoia che sul suo account Twitter scrive: "Se Michael Jackson fosse morto ieri sarebbe successa la stessa cosa. Quando se ne vanno uomini così amati nel mondo intero è logico che succeda questo. Non ha scelto lui di morire nella giornata mondiale contro il femminicidio. Anche basta con questa polemica becera"