1 Nuovo simbolo

Passate le amministrative, Carlo Calenda si proietta nella seconda fase del suo progetto che presenta in conferenza stampa partendo dal nuovo simbolo: più colorato del precedente, con il nome del partito in blu e verde per alludere al tema dell’ambiente

2 Polo europeista

Forte del successo romano, indica il nuovo obiettivo: fare di Azione un polo aggregatore di un campo europeista antisovranista. Boccia l’idea dell’Ulivo di Letta: "Significa guardare la politica dal retrovisore". Nel suo progetto non c’è posto per M5s e Conte

3 Draghi dopo Draghi

Calato nel ruolo di leader internazionale, ripropone il suo ticket per Colle e Palazzo Chigi: "Mettiamo insieme una coalizione Ursula e lavoriamo per Draghi per il dopo Draghi. Al Quirinale è meglio vada

il commissario europeo Gentiloni che conosce il Pnrr"