Gli analisti del centro

di ricerche Eures hanno studiato le statistiche dettagliate dei primi dieci mesi del 2020 sui femminicidi. "La gelosia patologica e il possesso continuano a rappresentare il principale movente alla base dei femminicidi (con il 31,6% dei casi nei primi dieci mesi 2020)", spiegano. "Il lockdown e l’estensione dei tempi di convivenza dato il via al forte aumento dei femminicidi, seguiti alla esasperazione delle condizioni di litigiositàconflittualità domestica (27,8%, a fronte del 18,1% del 2019)".