Becciu non entra subito nell’inchiesta. Viene coinvolto perché

i magistrati gli imputano delle ’interferenze’

e ritengono che vi sia lui dietro le offerte di acquisto di un palazzo

a Londra emerse improvvisamente a fine maggio 2020. Secondo

le testimonianze,

Becciu avrebbe anche tentato di far ritrattare

il suo ex braccio destro, Antonio Perlasca. Nell’inchiesta sono entrati poi i pagamenti

a Cecilia Marogna, sedicente agente segreta, tra gli imputati. La società della donna ha ricevuto versamenti per 575.000 euro. Le indagini attraverso rogatoria hanno permesso di accertare che tali cifre "sono state utilizzate, nella quasi totalità, per effettuare acquisti".

Infine, i magistrati contestano a

Becciu di aver finanziato e fatto finanziare la cooperativa del fratello Antonino.