"È Paolo". Maurizia Bonini, ex moglie di Paolo Bellini, ha confermato al processo quello che aveva già detto durante le indagini. Il giovane con i baffi ripreso da un filmato amatoriale in stazione a Bologna, poco dopo l’esplosione del 2 agosto 1980, è Bellini. L’ex esponente di Avanguardia Nazionale è accusato di essere il quinto esecutore materiale. La donna ha anche ammesso di aver mentito quando, negli anni ‘80, disse che il 2 agosto lui l’aveva raggiunta a Rimini intorno alle 9 del mattino.