Si estende anche alla Leitner, ai suoi dirgenti e a una serie di tecnici tra cui chi ha eseguito la testa fusa della fune che si è spezzata, l’indagine sulla tragedia del Mottarone costata la vita a 14 persone. Undici indagati si aggiungono ai tre che erano stati fermati e poi rimessi in libertà: si va dalla dalla società che gestisce la funivia alla multinazionale addetta alla manutenzione. Le iscrizioni sono un atto dovuto per far partecipare gli indagati all’incidente probatorio sulle cause della tragedia.