7 apr 2022

La sfida di Draghi: pace o condizionatori?

Il premier sulle restrizioni alla Russia: "La priorità è mettere fine agli scontri". E sul blocco all’acquisto del gas: "Non è in discussione"

elena comelli
Cronaca
Il dolore della madre di un soldato ucraino ucciso durante l’avanzata russa
Il dolore della madre di un soldato ucraino ucciso durante l’avanzata russa
Il dolore della madre di un soldato ucraino ucciso durante l’avanzata russa

di Elena Comelli   Sanzioni, atto quinto. "Preferiamo la pace o l’aria condizionata accesa tutta l’estate?" Lo chiede, a se stesso e agli italiani, il premier Mario Draghi. E sull’eventualità di un blocco al gas russo, precisa: "Non è un’ipotesi al momento oggetto di discussione, ma la situazione si sta modificando". Sulle sanzioni, "ora sembra che i massacri di civili aumentino costantemente e questo spinge molti leader politici a sanzioni sempre più severe". E sulla collaborazione europea: "Noi andiamo con quello che decide l’Ue. Quello che vogliamo è lo strumento più efficace per la pace. Ci chiediamo se il prezzo del gas può essere scambiato con la pace". Ucraina e guerra del gas: ecco cosa vuol portare a casa Draghi dall'Algeria È quello che si stanno chiedendo anche gli altri leader europei, che hanno preferito rimandare a oggi il varo del quinto pacchetto di sanzioni per approfondire alcune "decisioni tecniche", in particolare sui contratti in essere tra i Paesi Ue e la Russia per l’import di carbone e petrolio. Le nuove sanzioni della Ue "limitano le azioni politiche ed economiche del Cremlino" con un embargo "sulle importazioni per un valore di 4 miliardi di euro" ed "è la prima volta che sanzioniamo i combustibili fossili dalla Russia", ha sottolineato la von der Leyen. Gli Stati Uniti, intanto, vanno avanti, in coordinamento con l’Ue e il G7, e colpiscono anche le maggiori banche russe: Sberbank, la più grande istituzione finanziaria del Paese, e la più grande banca privata, Alfabank. "Ho chiarito che la Russia avrebbe pagato a caro prezzo per le sue atrocità a Bucha. Oggi, insieme ai nostri alleati, annunciamo un nuovo round di sanzioni devastanti", ha detto il presidente Joe Biden. L’obiettivo, ha spiegato il segretario al Tesoro Janet Yellen, è "far sì che la Russia non possa beneficiare ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?