Un frame del video girato da Mattia Santori che mostra via Saragozza paralizzata
Un frame del video girato da Mattia Santori che mostra via Saragozza paralizzata
La Sardina Mattia Santori denuncia il traffico in tilt in zona stadio, a Bologna. Ma incappa in uno scivolone social. E il pubblico di Instagram non glielo perdona. Martedì scorso, verso le 18, appena prima della partita Bologna-Genoa, il fondatore delle Sardine gira un video con il telefonino in via Saragozza, strada che conduce allo stadio Dall’Ara. "Coda continua dalla porta, macchine incolonnate da mezz’ora e residenti (ancora una volta)...

La Sardina Mattia Santori denuncia il traffico in tilt in zona stadio, a Bologna. Ma incappa in uno scivolone social. E il pubblico di Instagram non glielo perdona. Martedì scorso, verso le 18, appena prima della partita Bologna-Genoa, il fondatore delle Sardine gira un video con il telefonino in via Saragozza, strada che conduce allo stadio Dall’Ara. "Coda continua dalla porta, macchine incolonnate da mezz’ora e residenti (ancora una volta) attoniti", posta Santori a commento del video.

Ma la gaffe (con annessa violazione di alcuni articoli del Codice della strada) salta subito agli occhi. Il leader delle Sardine – candidato al consiglio comunale nella lista del Pd, come indipendente – non solo gira il video con lo smartphone mentre è alla guida del suo scooter. Lo fa anche andando contromano sulla corsia preferenziale riservata a bus e taxi.

"Questo è quello che succede quando il calendario delle partite lo decide un’emittente televisiva privata come Dazn, che guarda ai suoi interessi e non considera che spesso gli stadi in Italia sono situati in quartieri centrali e residenziali", scrive indignato Santori. E ancora: "Questo è quello che succede quando, nel 2021, nessuno ha mai affrontato seriamente la gestione dello spazio pubblico e della vivibilità urbana".

La reazione degli utenti di Instagram non si fa attendere. E convince Santori a cancellare il post qualche ora dopo. Ma le immagini erano già diventate virali. E su Facebook rimane la foto del traffico bloccato verso lo stadio. Fra i tanti che hanno criticato Santori c’è anche Vincenzo Vottero, chef piuttosto conosciuto sotto le Due Torri, presidente dei ristoratori di Ascom-Confcommercio. "Se fai un video dove stai viaggiando contromano – posta Vottero –, in regime di divieto di sorpasso, riprendendo col telefonino, senza tutte due le mani sul manubrio, da futuro amministratore della città non stai dando un buon esempio e non stai facendo bella figura".

Questa non è la prima gaffe social da quando Santori è candidato. "Sogno il primo stadio del frisbee a Bologna", aveva cinguettato su Twitter a fine agosto. Una proposta di programma su cui si era rovesciata una valanga di critiche, condite da sarcasmo e ironia. Anche, non senza un certo imbarazzo, dall’interno del Pd.

Luca Orsi