Tre assessori che lasciano tra cui Giulio Gallera, cioè il nome più mediatico della giunta lombarda, e tre che entrano con un ritorno in politica molto pesante come quello di Letizia Moratti: non è un semplice rimpasto quello annunciato da Attilio Fontana perché sia Forza Italia che la Lega portano al governo della Lombardia personalità importanti con l’obiettivo di "ricominciare a correre", come ha spiegato il presidente lombardo.

Oltre all’ingresso a Palazzo Lombardia di Letizia Moratti, nel doppio ruolo di assessore al Welfare e "braccio destro" di Fontana alla vicepresidenza, diventano assessori Alessandra Locatelli (Famiglia e pari opportunità) e Guido Guidesi allo Sviluppo economico.