Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
11 feb 2022

La "revisione" del Csm è partita già nel 2020

Ma il colpo di acceleratore del governo è successivo al messaggio di Mattarella

11 feb 2022

1 Riforma Csm

L’iter in commissione giustizia della Camera inizia il 14 ottobre 2020: il testo è firmato da Bonafede (M5s), all’epoca guardasigilli (nella foto). Ogni partito ha presentato emendamenti, poi il 16 dicembre 2021 la ministra Cartabia annuncia: ci penso io

2 L’intervento di Draghi

Fino a un paio di settimane fa, nel pieno della bagarre per l’elezione del capo dello Stato, Draghi s’era tenuto a distanza dalla riforma. Superato lo scoglio Quirinale, dopo il richiamo del rieletto Mattarella, il premier è sceso in campo in prima persona

3 I punti principali

La riforma interviene sulle modalità di elezione dei membri del Csm (oggi è un proporzionale puro), sul blocco del reingresso in magistratura dopo aver svolto un incarico elettivo o di governo e sul sistema di valutazione delle toghe

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?