Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
18 mag 2022

La resa dei soldati nell’acciaieria Mosca: "Niente scambio di ostaggi"

Per la Russia i difensori di Mariupol sono nazisti. L’Ucraina li esalta: "Sono gli eroi, hanno salvato Kiev"

18 mag 2022
alessandro farruggia
Cronaca

di Alessandro Farruggia La bandiera bianca sventola sulle rovine della Azovstal e presto sarà sostituita da quella russa. È una resa progressiva, che richiederà qualche giorno per essere completata, dato che il numero totale dei difensori al momento del cessate il fuoco sarebbe secondo fonti russe di 2.227 uomini. Quel che è certo è che gli ucraini dell’Azovstal si sono arresi e lentamente, in piccoli gruppi, disarmati, lasciano i sotterranei dell’impianto industriale per salire sugli autobus messi a disposizione delle truppe russe per portarli nella repubblica di Donetsk. Dopo i 53 feriti gravi e altri 211 più lievi che sono stati evacuati lunedì, ieri è toccato a circa 300 soldati – almeno un centinaio dei quali apparentemente incolumi – che sono saliti su sette bus scortati da un paio di blindati trasporto truppe e sono stati portati nel Donetsk occupato: nell’ospedale di Novoazovsk e nel carcere di Yelenovka. Le autorità militari russe intendono separare i combattenti del battagione Azov (che sarebbero 804) per portarli nella colonia penale 97 di Mariikvka (vicino a Donetsk) per interrogarli. "Gli investigatori del ministero dell’Interno russo – sostengono i media russi – interrogheranno i militanti che si sono arresi e si trovavano nello stabilimento Azovstal di Mariupol nell’ambito di un’indagine sui crimini commessi dal regime ucraino contro la popolazione civile del Donbass". L’obiettivo è chiaramente trovare almeno qualche ’criminale di guerra’ da additare al mondo, e con il quale cercare di bilanciare mediaticamente i massacri fatti dai russi a Bucha e altrove. "Il presidente Putin ha garantito che saranno trattati in linea con le leggi internazionali in materia", ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ma mentre il governo ucraino sostiene che i militari che si sono arresi saranno scambiati con prigionieri russi, questo è tutto da vedere. La viceministra della Difesa ucraina, Hanna Maliar, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?