La regina Elisabetta II sta familiarizzando sempre di più con la piattaforma internet zoom, tant’è che è persino riuscita ad inaugurare una statua di se stessa in Australia, rimanendo comodamente seduta nel salotto nel castello di Windsor. Tutta vestita di rosa confetto, su una sedia ornata e resa meno scomoda da...

La regina Elisabetta II sta familiarizzando sempre di più con la piattaforma internet zoom, tant’è che è persino riuscita ad inaugurare una statua di se stessa in Australia, rimanendo comodamente seduta nel salotto nel castello di Windsor. Tutta vestita di rosa confetto, su una sedia ornata e resa meno scomoda da tanti cuscini, la 94enne sovrana si è collegata con la città di Adelaide, in Australia (dove sua Maestà è ancora capo di stato) e ha preso parte alla scopertura ufficiale della statua, che la raffigura molto fedelmente con tanto di cappellino con fiorellini e borsetta al polso. Dall’altra parte dello schermo c’erano il governatore dell’Australia del sud, Hieu Van Le e il premier della regione, Steven Marshall. La regina ha chiacchierato amabilmente con i due, rimarcando sulla somiglianza della statua e dicendo: "Mi sa che, possibilmente, qualcuno potrebbe allarmarsi vedendo la statua dalla finestra. Potrebbe pensare, oh santo cielo, è venuta in visita a sorpresa!".

Van Le le ha poi rivelato che la statua è diventata molto popolare con i visitatori, che si vanno a fare le foto vicino alla regina e Sua Maesta’ si e’ molto compiaciuta, ridendo e dicendo: "Oh davvero?". La sovrana è apparsa perfettamente a proprio agio con la tecnologia moderna, grazie anche al fatto che ha recentemente partecipato a diverse chiamate zoom via internet con diversi operatori in prima linea, tra cui medici, infermiere e poliziotti. Buckingham Palace ha confermato che era la prima chiamata zoom della sovrana con l’Australia e la prima in cui ha "virtualmente" svelato una statua.

Deborah Bonetti