"Volete che io provi odio nei confronti dei poliziotti o dei manifestanti, ma per me in piazza non c’erano casacche diverse, solo gente che si fa la guerra e, ancora una volta, perde di vista l’obiettivo". È un passaggio del post scritto su Facebook dal vicequestore Nunzia Alessandra Schilirò, la poliziotta balzata agli onori delle cronache per esser salita sul palco delle manifestazioni contro il Green pass. La quale esprime solidarietà sia ai "colleghi aggrediti" sia ai "manifestanti feriti". "Per quelli che ti osannavano e ti credevano amica – prosegue l’agente –, sei diventata in un secondo una nemica, un’infiltrata e perché? Perché hai espresso rammarico e affetto nei confronti di tutti coloro che si sono trovati in mezzo a scene di guerriglia, colleghi compresi. È bastato questo per farmi comprendere quanto siamo divisi e come siamo già caduti nella trappola". "Il mio messaggio – scrive ancora – non lo deve aver compreso nessuno".

Nunzia Schilirò, la nomina a dirigente Cosap 'salva' la poliziotta no Green pass