di Piero Degli Antoni Licia Colò, lei è tornata alla tv con la nuova edizione di ‘Eden’, su La7. Con tutte le problematiche dei vari lockdown, come avete fatto? "Abbiamo dato più spazio all’Italia, abbiamo fatto di necessità virtù. Ci è sembrata la cosa più giusta e direi anche morale per il nostro Paese. Abbiamo acceso un faro sulle nostre bellezze, ma ci siamo anche chiesti cosa fare per tutelarle". Sento che è in viaggio: sta guidando un’auto elettrica? (Ride) "Ho una piccola auto elettrica ma la uso solo per gli spostamenti più brevi. Ora mi aspetta un viaggio lungo". Ritratto di famiglia: sua madre era maestra? "Ha fatto tante cose: insegnante, ma poi ha anche scritto, si è occupata della produzione in tv... Una mamma multitasking." Suo padre pilota. "Prima dell’Aeronautica militare, poi dell’Alitalia. Per questo ci siamo spostati di continuo". Ha scoperto di avere una sorella soltanto nell’adolescenza. "Veramente ero già adulta, avevo più o meno trent’anni. Mio...

di Piero

Degli Antoni

Licia Colò, lei è tornata alla tv con la nuova edizione di ‘Eden’, su La7. Con tutte le problematiche dei vari lockdown, come avete fatto?

"Abbiamo dato più spazio all’Italia, abbiamo fatto di necessità virtù. Ci è sembrata la cosa più giusta e direi anche morale per il nostro Paese. Abbiamo acceso un faro sulle nostre bellezze, ma ci siamo anche chiesti cosa fare per tutelarle".

Sento che è in viaggio: sta guidando un’auto elettrica?

(Ride) "Ho una piccola auto elettrica ma la uso solo per gli spostamenti più brevi. Ora mi aspetta un viaggio lungo".

Ritratto di famiglia: sua madre era maestra?

"Ha fatto tante cose: insegnante, ma poi ha anche scritto, si è occupata della produzione in tv... Una mamma multitasking."

Suo padre pilota.

"Prima dell’Aeronautica militare, poi dell’Alitalia. Per questo ci siamo spostati di continuo".

Ha scoperto di avere una sorella soltanto nell’adolescenza.

"Veramente ero già adulta, avevo più o meno trent’anni. Mio padre mi ha detto che non lo sapeva neanche lui di avere una figlia, frutto di un precedente grande amore, e che l’aveva scoperto solo dopo molto tempo. Così almeno mi ha detto lui".

Lei ha iniziato con ‘Bim Bum Bam’, storico programma per bambini. È vero che con Bonolis non andava molto d’accordo?

"Io e Paolo abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto professionale, trovo che sia eccezionale, magari avessi la sua parlantina. Ma sentivo da parte sua della competizione, e siccome la competizione non mi è mai piaciuta, ho preferito farmi da parte".

Sua figlia Liala oggi ha 15 anni e mezzo. Tempo fa destò scalpore la sua affermazione quando disse che si annoiava a giocare con lei con le bambole...

"Questo non voleva dire che non la amassi! Con lei preferivo fare altre cose. Il rapporto è cresciuto negli anni. L’adolescenza è un momento meraviglioso, spingo mia figlia a essere sempre coraggiosa, anche scontrandosi con me".

Com’è essere sposata a un uomo più giovane di dodici anni (il pittore e conduttore Alessandro Antonino, ndr)?

"È un rapporto un po’ così. Siamo in un momento di transizione, non so cosa succederà. Nel tempo il rapporto inevitabilmente si trasforma. Ci sono tante difficoltà da tempo. Il vero rapporto di coppia è fatto di tanti ingredienti, non solo di passionalità. C’è l’amicizia, la complicità, la capacità di ascolto, e la pazienza di stare a sentire l’altro. Se ti dico che ho visto un fantasma in giardino, mi aspetto che tu perlomeno mi chieda: un fantasma in che senso? È come con i figli: ci deve essere interesse verso l’altro."

Un altro suo grande amore fu Nicola Pietrangeli. Lei aveva 32 anni, lui 61.

"Vede, ho sempre fatto confusione con l’età: lui più grande di me, mio marito più giovane... Sono stata molto innamorata di Nicola, ma i rapporti cambiano. Ci sono persone fortunate che si amano per sempre, così non è stato per noi".

Pietrangeli ha detto: ‘Ci siamo spezzati il cuore a vicenda’...

"Nicola ogni tanto dice cose un po’ esagerate...".

La differenza d’età ai tempi suscitò scandalo.

"Finivo sui giornali non per quello che facevo ma perché stavo con un uomo molto più grande di me. Ma io sono come un mulo: vado avanti senza curarmi di quello che accade intorno. E sa una cosa? I muli non sono affatto animali scemi".

È vero che ai tempi di Pietrangeli lei era gelosa di Julia Roberts?

"Eravamo andati a vedere ‘Pretty Woman’ e Nicola fece degli apprezzamenti sull’attrice. Ebbi un piccolo scoppio di gelosia. Lui mi disse: ma come fai a essere gelosa di Julia Roberts, tanto non la incontrerò mai. Io gli risposi che, come io ero stata a cena con Sean Connery, un giorno lui avrebbe potuto incontrare Julia Roberts. Diciamo che in quell’occasione non fu carino".

Come si trovò a cena con Sean Connery?

"Nicola aveva un incarico al Principato di Montecarlo, e quindi capitava spesso di essere invitati a eventi ufficiali. Una sera mi trovai seduta proprio accanto a Sean Connery. Nonostante abbia girato tutto il mondo, il mio inglese non è brillante. Lui se ne accorse e fu molto carino, parlò lentamente e mi dedicò gran parte della serata. Gli chiesi se potevo fargli una domanda e lui mi rispose: basta che non riguardi 007. No, gli risposi, il mio film preferito è ‘Il vento e il leone’. Gli si illuminarono gli occhi e cominciò a parlarmi di quel film".

Lei ha rischiato di morire per una cisti ovarica.

"Mi provocò un’emorragia interna della quale non mi accorsi subito. Cominciai a svenire, mi sentivo sempre più debole ma per fortuna non soffrii molto. Non volevo andare in ospedale, dicevo lasciatemi qui a morire. Invece per fortuna in ospedale riuscirono a salvarmi con moltissime trasfusioni. Quando uscii, la mia visione del mondo era cambiata. Ero in macchina all’Eur, in mezzo a un traffico terribile, dietro a un camion che esalava un gas di scarico puzzolente, e pensai, estasiata: guarda cosa è capace di fare l’uomo! La vita è meravigliosa, pensa alla fortuna che hai di essere viva".