Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
14 giu 2022

La Meloni mette in riga gli alleati "Ora staccate la spina a Draghi"

Fratelli d’Italia supera il Carroccio anche al Nord. La presidente esulta: "Vedo tornare un sano bipolarismo"

14 giu 2022
antonella coppari
Cronaca
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà
Giorgia Meloni (45 anni) ha fondato Fratelli d’Italia nel 2012 dopo aver lasciato il Popolo della Libertà

di Antonella Coppari Quando Giorgia Meloni, oramai sicura del risultato convoca i giornalisti nella sede del partito alle sette di sera, ha il piglio di chi detta legge: "Fd’I traina la destra grazie alla chiarezza delle sue posizioni. Il voto ha fatto giustizia del racconto secondo cui non avremmo una classe dirigente. Ora vedo pure tornare un sano bipolarismo". Senza più tentazioni di proporzionale. Toni molto diversi, quasi opposti in casa dell’alleato Matteo Salvini: lui, invece, dall’accoppiata referendum-amministrative è uscito bastonato e ridimensionato. Tenta di fare buon viso a cattivo gioco affidandosi al successo della coalizione: "Sono contento se il centrodestra vince. La Lega si sforza di essere il collante dell’alleanza. Uniti chiudiamo subito le partite, divisi andiamo al secondo turno". Per ciò che riguarda la nota dolente del leader della coalizione e candidato premier alle prossime politiche: "Lo decideranno gli elettori con il voto". Ma per quanto il Capitano si sforzi di minimizzare, il terremoto nel centrodestra è da massimo grado della scala Mercalli: lo ridisegna da cima a fondo. Non solo perché i sondaggi che prevedevano il sorpasso dei tricolori della ’sorella d’Italia’ sono stati confermati, soprattutto perchè è pienamente riuscito l’arrembaggio al Nord, dove Fd’I diventa il primo partito della coalizione. Sin dai dati parziali emerge come a Genova sfiori la doppia cifra rispetto alla Lega, a Parma voli oltre il 7% e ottenga più di Carroccio e FI messi insieme. A Piacenza il partito di Salvini perde quasi sei punti, mentre Fd’I passa dal 7 al 12%. Sorpasso anche in Toscana, dove ad esempio a Lucca, Fd’I, supera gli alleati ottenendo il 13% .È proprio in questo ribaltamento radicale degli equilibri interni alla destra che si annidano le minacce e gli ostacoli che potrebbero rovesciare le previsioni di vittoria alle prossime elezioni. Dopo la chilometrica seria ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?