ROMA Victor Hugo teorizzava che ci sono più cose naufragate in fondo all’anima che in fondo al mare. La scoperta di questo patrimonio sommerso è al centro de Il Risveglio dell’anima di Fredericha Taccari. L’autrice prende per mano il lettore e lo conduce attraverso un complesso viaggio alla scoperta del vero sé, partendo dalla convinzione che la mente deve compiere un lavoro di attenta ricerca, non estraniandosi dalle emozioni, ma osservandole e comprendendole nella loro profondità, per arrivare a liberarsi dai condizionamenti che frenano la completa libertà di...

ROMA

Victor Hugo teorizzava che ci sono più cose naufragate in fondo all’anima che in fondo al mare. La scoperta di questo patrimonio sommerso è al centro de Il Risveglio dell’anima di Fredericha Taccari. L’autrice prende per mano il lettore e lo conduce attraverso un complesso viaggio alla scoperta del vero sé, partendo dalla convinzione che la mente deve compiere un lavoro di attenta ricerca, non estraniandosi dalle emozioni, ma osservandole e comprendendole nella loro profondità, per arrivare a liberarsi dai condizionamenti che frenano la completa libertà di espressione di ciascun individuo per raggiungere i propri sogni. "Si tratta di un libro che tutti possono leggere – spiega – perché il mio intento è di rendere semplice e alla portata di tutti ciò che apparentemente potrebbe sembrare difficile. Ho attinto nella scrittura alla mia personale esperienza".

Altro indispensabile passo, secondo Taccari, per toccare quegli abissi inesplorati, è rifuggire la paura. "La paura – scrive – rende schiavi, ci fa rimanere intrappolati a invisibili ma pesanti catene, che ci impediscono di esprimerci per ciò che realmente siamo, di credere e ricercare ciò che sentiamo nel nostro profondo, nella parte più intima di noi stessi". Le riflessioni di Taccari, autrice anche di tele esposte in Italia e all’estero, non sono estranee al motivismo, nuova corrente letteraria e delle arti visive, fondata da Alberto Ferrarini. "Con le sue opere – si legge nella biografia – Taccari ama trasmettere consapevolezza, forza, energia e positività". Ne Il Risveglio dell’anima, che risente degli insegnamenti di matrice buddista ricevuti dall’autrice, si sottolinea l’importanza della meditazione, presentata come pratica per mettersi in contatto con la parte più intima e veritiera del proprio sé. "La meditazione – puntualizza Taccari – ci fa sentire chi siamo veramente, offrendoci una chiarezza e una consapevolezza speciali".

L’autrice esorta il lettore a lasciare andare il passato, a staccarsi da chi non ci merita veramente, richiamando anche la regola del karma. "Ogni nostra azione – sottolinea – genera inevitabilmente una conseguenza, tutto quello che ci accade non succede per caso o fortuna (se le cose vanno bene), né per sfortuna (se le cose vanno male), ma è appunto il nostro karma a dettare le regole del gioco. Il karma è in stretta relazione con la nostra anima e solo le nostre azioni attuali sono in grado di farla evolvere o involvere, dipende tutto da noi. Un’altra cosa molto importante è l’intenzione delle nostre azioni cioè da quale motivazioni esse sono spinte. Se vogliamo il bene di noi stessi, degli altri e di ciò che ci circonda tutto avrà davvero un altro sapore e le nostre azioni saranno piene di amore e gioia ed è proprio di questo che noi dobbiamo andare alla ricerca per evolverci al meglio come esseri".

Loredana Del Ninno