Precipita la situazione nell’Etiopia della guerra civile fra il premier Nobel per la pace Abiy Ahmed, 44 anni, e i tigrini. Diversi Stati, tra cui l’Italia, stanno consigliando ai propri cittadini di lasciare il Paese e l’esodo è già cominciato. I ribelli sono a poco più di 200 chilometri da Addis Abeba e il premier, dichiarato lo stato di emergenza, ha lasciato il potere al vice per andare a combattere al fronte. Il fatidico appello a seguirlo rivolto a "coloro che vogliono essere fra i figli dell’Etiopia che saranno glorificati dalla Storia" è stato raccolto da una leggenda dello sport etiope: anche il 48enne Haile Gebrselassie, oro nei 10mila metri ad Atlanta 1996 e Sydney 2000 e più volte campione del mondo, si è detto pronto "ad andare in prima linea".