28 apr 2022

La Germania mette l’elmetto: addio a 70 anni di pacifismo

Berlino decide di inviare tank a Kiev. Scholz: armarsi per difendere la pace. Dalla fine dell’ultima guerra il Paese si era tenuto alla larga dai conflitti

roberto giardina
Cronaca
featured image
Carri armati

La Germania va alla guerra. Una svolta storica, dopo 77 anni di convinto pacifismo, dal 1945, dalla fine del III Reich. Era l’unico Paese in Europa a non allinearsi all’aiuto incondizionato all’Ucraina e a dire no all’invio di armi pesanti. Il cancelliere socialdemocratico Olaf Scholz si piega alle pressioni internazionali e interne sempre più forti. Berlino darà a Kiev carri armati Gepard e cannoni Haubitze (il nome di un rapace). Un primo passo, ma importante. I Gepard sono panzer leggeri e antiquati, mandati in pensione dall’esercito tedesco. Sarà necessaria una revisione per renderli pronti a tornare in azione. Scholz si è trovato a fronteggiare l’opposione di liberali e verdi, suoi alleati al governo. Si rischiava una crisi. La sua Spd è a sua volta divisa, la base è a favore di un aiuto senza riserve. E chiede di espellere dal partito l’ex cancelliere Gerhard Schröder, amico personale di Putin, e di fatto a foglio paga della Gazprom (un milione di dollari all’anno). Il presidente della Repubblica Frank-Walter Steinmeier, socialdemocratico, ha chiesto scusa per i rapporti di lunga data con Putin: mi sono sbagliato. Anche i cristianodemocratici attaccano Scholz, ma tacciono sui 16 anni al potere della Merkel. Frau Angela detestava Putin, ma era l’unica leader occidentale in grado di mantenere un dialogo con lo Zar. E i media nazionali compatti attaccano Scholz. In base ai sondaggi, se si votasse oggi, l’Spd potrebbe essere superata dalla CduCsu. Scholz si è difeso in un´intervista sull’ultimo numero dello ’Spiegel’: non sono un pacifista, come non lo erano i miei predecessori, bisogna armarsi per difendere la pace. Ma continua a dire ’nein’ allo stop immediato al gas russo. Non è possibile, sostiene, domani avremmo tre milioni di disoccupati, molte aziende chiuderebbero per sempre. Senza dimenticare che, per i contratti a lungo termine, fino al ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?