Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
13 feb 2021

La fronda 5 Stelle minaccia: no alla fiducia

Dibba ironico dopo la lista dei ministri: "Ne valeva la pena?". Il 40% degli iscritti ha votato contro Draghi, rischio scissione concreto

13 feb 2021
elena g. polidori
Cronaca
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto
Alessandro Di Battista, 42 anni, giovedì ha lasciato il M5s: «È stata una bellissima storia d’amore», ha detto

di Elena G. Polidori Il giorno dopo il ’gran rifiuto’, Alessandro Di Battista subisce i primi attacchi della contraerea della nuova maggioranza e reagisce con sdegno: "Il quadro è da film horror – ha scritto ieri su Fb – soprattutto in virtù del fatto che un partito come Forza Italia probabilmente, nelle prossime ore, tornerà al governo del Paese". E, dopo la lista dei ministri, un sarcastico "ne valeva la pena?" che dice tutto. Con lui – almeno a giudicare dal ribollire delle chat e dai messaggi di solidarietà sui social –, è rimasta la base grillina dei duri e puri, quelli che non hanno nessuna intenzione di mollare rispetto alle radici ’rivoluzionarie’ del passato. Ma lo strappo è accusato anche da Roberta Lombardi e Luigi Di Maio per ragioni diverse, ma alla cui base resta "una storia d’amore" finita male. Il primo a parlare è stato proprio l’ex leader grillino: "Con Alessandro – ha commentato Di Maio – conservo i più bei ricordi degli ultimi otto anni. Anche quelli più tristi e difficili. E per questo saremo sempre uniti da un profondo legame; non è un mistero che io e Ale, durante questi anni in diverse circostanze, abbiamo avuto una visione diversa, ma ci siamo sempre detti le cose con franchezza ed estrema sincerità e, quando potevamo, ci davamo anche qualche consiglio. Ha fatto una scelta che rispetto, ma spero e credo che non sarà un addio. Per la scelta di Alessandro chiedo rispetto". Stessa cosa chiesta da Roberta Lombardi: "Per Alessandro chiedo solo rispetto, dobbiamo rispettare anche chi la pensa diversamente". Ora, però, dopo il lacerante addio, il M5s deve fare i conti con la fronda che si sta formando alle Camere. E che, per quanto irrilevante nei numeri, potrebbe però influenzare in qualche modo gli equilibri politici in Parlamento ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?