1 La vicenda

I fatti risalgono al 13 marzo di un anno fa, quando un uomo e una donna furono fermati in auto ad un posto di blocco a Correggio. Compilarono l’autocertificazione dichiarando lei "di essere andata a sottoporsi ad esami clinici" e lui "di averla accompagnata"

2 Le verifiche

I carabinieri hanno verificato che non sussisteva lo stato di necessità: la donna non era andata in ospedale. Nei confronti della coppia scattò una denuncia per falsità ideologica

3 Il verdetto

Imputati prosciolti:

il fatto non costituisce reato per l’illegittimità

dei Dpcm che violano la Carta senza che si debba sollevare la questione

di costituzionalità,

non essendo leggi