15 gen 2021

L’etica dei vaccini e i dubbi generazionali. "Rivedere le priorità, proteggere i giovani"

Mori, presidente della Consulta di bioetica. "Rifiuto la cultura dello scarto, ma un anziano può essere tutelato con un maggiore isolamento"

massimo cutò
Cronaca

Roma, 15 gennaio 2021 - "La pandemia ha portato in primo piano un problema antico: quando le possibilità di cura non bastano per tutti nello stesso momento, a chi dare la precedenza? L’abbiamo visto dieci mesi fa, nei reparti di terapia intensiva che non reggevano l’urto dei malati di Covid. Lo rivediamo oggi con i vaccini, anche se stavolta a termini invertiti: arrivano centinaia di migliaia di fiale da destinare. Serve un criterio di scelta trasparente". Maurizio Mori ha 70 anni, insegna Filosofia morale all’università di Torino ed è presidente della Consulta di bioetica, organizzazione che da sempre interviene con lucidità (e pragmatismo) su questioni essenziali del vivere civile. "Meglio vaccinare un liceale che un settantenne come me", è la sua affermazione che ha fatto discutere. Vaccino Pfizer, in Europa calo di consegne dalla prossima settimana Professore, lo considera un gesto di generosità? "La mia conclusione è parte di una riflessione più complessa. Comincia con la domanda: chi va vaccinato subito e chi può aspettare? Ben sapendo che rinviare l’inoculazione del siero porterà alla morte alcune persone". Si riferisce agli anziani? "Oggi la lista delle priorità vede in testa il personale sanitario, seguito dagli ospiti delle Rsa, gli over 80 e chi lavora nella scuola. A chi spetta la decisione e con quale criterio viene effettuata? Mi chiedo se sia giusto vaccinare prima di altri una donna di 104 anni". Discorso delicato. "Delicato e molto scivoloso, perciò non voglio essere frainteso. Qui non si tratta di cultura dello scarto, di buttare i vecchi dalla Rupe Tarpea o di abbandonarli a un destino ineludibile. Ci mancherebbe. Credo però che nei riguardi degli anziani si possono mettere in atto altre forme di protezione, per esempio salvaguardarne la salute con un maggiore isolamento". Per il vaccino precedenza ai ragazzi? "Non so se nel tempo ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?