Il vaccino antinfluenzale riduce i sintomi Covid-19 nei bambini. Una scoperta importante nella lotta al nuovo Coronavirus, in un momento in cui i piccoli sono al centro di ricerche per capire il loro ruolo nei contagi. L’importante novità è rilevata in una ricerca della University of Missouri School...

Il vaccino antinfluenzale riduce i sintomi Covid-19 nei bambini. Una scoperta importante nella lotta al nuovo Coronavirus, in un momento in cui i piccoli sono al centro di ricerche per capire il loro ruolo nei contagi. L’importante novità è rilevata in una ricerca della University of Missouri School of Medicine, pubblicata sulla rivista Cureus.

Gli studiosi hanno revisionato i dati relativi a 905 bimbi con diagnosi Covid-19 tra febbraio e agosto 2020, scoprendo che coloro che avevano ricevuto il vaccino antinfluenzale nella stagione avevano minori probabilità di manifestare sintomi, problemi respiratori o malattie gravi. Dalla ricerca è emerso che anche i bambini con Covid-19 che erano stati vaccinati contro lo pneumococco avevano minori probabilità di sperimentare una malattia sintomatica. "È noto – spiega l’autrice principale della ricerca Anjali Patwardhan – che la crescita di un virus può essere inibita da una precedente infezione virale. Questo fenomeno è chiamato negli studi scientifici ’interferenza tra virus’ e può verificarsi anche quando il primo virus invasore è un virus inattivato, come nel caso del vaccino antinfluenzale".

"La ricerca sulla popolazione pediatrica – conclude Patwardhan – è fondamentale perché i bambini svolgono un ruolo significativo nell’influenzare la trasmissione virale. Comprendere la relazione e la coesistenza di altri virus insieme a Covid-19 e conoscere lo stato di vaccinazione del bimbo può aiutare a disegnare le strategie giuste per ottenere i migliori risultati".