Tampone al kiwi: è positivo. Lo screenshot dell'esperimento fake news
Tampone al kiwi: è positivo. Lo screenshot dell'esperimento fake news

Roma, 1 febbraio 2021 - Il kiwi? Positivo al Coronavirus. L'ultima frontiera delle fake news sul Covid passa in tv: a 'Non è l'arena' su La7 di Massimo Giletti il medico di base negazionista Mariano Amici da Aprea (Roma) ha fatto il tampone a un kiwi appunto - ma anche a una banana e a un'arancia - rivelando la positività della frutta. L''esperimento' in diretta ha suscitato lo sdegno corale degli esperti, a partire dall'infettivologo Matteo Bassetti, invitato in trasmissione insieme al medico no vax, passando per Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza per arrivare a Massimo Galli, infettivologo del Sacco di Milano.
Il medico in questione, dichiaratamente no vax - come sottolinea anche il sito Bufale.net - sostiene con questa 'prova' che i tamponi non sono attendibili e comunque secondo lui il virus non giustifica la vaccinazione di massa.

Covid: il bollettino di oggi 1 febbraio

Bassetti: follia. Butta discredito sulla categoria

 "Il tampone al kiwi è una follia, una fake news che promossa da un medico butta discredito sulla categoria e io mi dissocio completamente. Non sanzionare questi comportamenti è gravissimo, soprattutto per chi non li sanziona", s'infuria Matteo Bassetti. 
E invoca: "Ci deve essere un segnale forte da parte dell'Ordine dei medici e della Regione Lazio, visto che è un medico in convenzione con il Servizio sanitario regionale, per tutelare i colleghi e i pazienti. Non si può pensare che una persona del genere curi le persone".  "Credo che ieri sera nella trasmissione condotta da Massimo Giletti si sia toccato il punto più basso a livello scientifico e televisivo da quando è iniziata la pandemia - rimarca Bassetti - Questo signore ha buttato discredito sulla categoria e io mi dissocio completamente da quello che ha detto: falsità, menzogne e idiozie, gravissime. Questo medico ha detto che visita i pazienti senza mascherina, quindi nega il fatto che il virus si trasmette proprio cosi; ha detto che i vaccini trasmettono il coronavirus e sappiamo bene che non è così; ha affermato che modificano il genoma umano ed è falso".

Quanto all'esperimento sulla frutta, Bassetti attacca: "Ha messo il camicie a due personaggi che non sono medici, sprecando anche un tampone. Un esperimento senza nessun protocollo e autorizzazione, completamente antiscientifico. Come comunità medica-scientifica - conclude Bassetti - dobbiamo essere uniti nel condannare questi personaggi che spero non vengano più invitati nelle trasmissioni televisive".

Ricciardi: cretinata che si commenta da sola

"Queste cose vanno ignorate - stronca senz'appello Walter Ricciardi da parte sua -  Non bisogna dare il palcoscenico, in particolare se si ha largo seguito, a persone che non hanno nessuna cognizione dell'evidenza scientifica. Il fatto in sé è una cretinata che si commenta da sola".

Galli: non diamo spazio a gente così

"Una sciocchezza che non deve essere nemmeno presa in considerazione", s'indigna anche Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco. Una scena da teatro, ragiona l'esperto: "Se si usa un sistema in modo del tutto improprio, decontestualizzandolo, ci si può aspettare che succeda di tutto. Di cosa parliamo?", incalza Galli, secondo il quale "è sbagliato dare spazio a posizioni di questo tipo, correndo il rischio che qualche sprovveduto possa metterle sullo steso piano delle cose serie".  
Del resto, "quanta gente in Italia va regolarmente dai maghi? Questo è un Paese in cui ci sono persone che cercano aiuto nei maghi e nel soprannaturale - osserva l'infettivologo - ed è quindi disponibile a credere a personaggio come questo. E' sbagliato dargli voce in una situazione grave come quella che stiamo vivendo. Siamo come in guerra, e questo tipo di posizione fa danni".

 Bufale.net: test senza senso

"Qualcuno potrebbe pensare che si tratti di una bufala. Altri invece tendono a ritenerla una notizia vera - commenta il sitospecializzato Bufale.net - A dirla tutta, parlando di kiwi positivo al Covid occorre un altro tipo di approccio. Sostanzialmente, la domanda è la stessa di sempre: qual è il senso di un tampone rapido, dal quale risulta un kiwi positivo al Covid, quando il test in questione è stato concepito dall'uomo per contesti di utilizzo completamente differenti? Domanda da un milione di dollari, senza contare il fatto che i suddetti test non hanno mai avuto la presunzione di darci verità inconfutabili sull'uomo e sull'eventuale positività al Covid. Per noi essere umani, infatti, l'unico test accurato rimane il tampone molecolare. E questo deve essere chiaro una volta per tutte". 
"Ne abbiamo parlato alcune settimane fa - continua il sito - provando a spiegare a tutti per quale ragione uno studio di questo tipo non avesse alcuna valenza scientifica. Ebbene, in queste ore è tornata attuale la vicenda, con il medico negazionista Mariano Amici, che ha diffuso il famoso video".