L’uomo più veloce del pianeta che chiede assistenza per le piccole corse del suo quotidiano. Succede anche questo, nell’era dei social. Per capire, poi, che Marcell Jacobs è un razzo in pista, ma anche splendidamente umano: tanto da cercare una baby sitter per il periodo di Capodanno e per tutto gennaio. L’annuncio su Instagram è comparso ieri, vergato dalla compagna (e futura sposa) dell’oro olimpico dei 100 metri, Nicole Daza: "Cerco ragazza per babysitting nel periodo che va dal 27-28...

L’uomo più veloce del pianeta che chiede assistenza per le piccole corse del suo quotidiano. Succede anche questo, nell’era dei social. Per capire, poi, che Marcell Jacobs è un razzo in pista, ma anche splendidamente umano: tanto da cercare una baby sitter per il periodo di Capodanno e per tutto gennaio.

L’annuncio su Instagram è comparso ieri, vergato dalla compagna (e futura sposa) dell’oro olimpico dei 100 metri, Nicole Daza: "Cerco ragazza per babysitting nel periodo che va dal 27-28 dicembre fino al 1 febbraio del 2022 a Tenerife. Viaggio, vitto e alloggio pagato, più pagamento per il periodo". E lo sprinter azzurro l’ha subito ripostato, ottenendo una marea di visualizzazione e di “like“ che presumibilmente preludono a un altrettanto corposo invio di candidature per un lavoro che, a ben vedere, banale proprio non è. Trattasi infatti di vivere il privato del 27enne campione, forse l’italiano più ammirato e celebrato di questo 2021 – un eroe che tutti i media hanno “vivisezionato“ negli ultimi mesi – in un contesto poi che già di per sé è invitante.

L’annuncio postato da Marcel Jacobs, 27 anni e la compagna e futura sposa Nicole Daza, 28

Tenerife, come tutte le Canarie, è l’isola dell’eterna primavera e anche a gennaio difficilmente si scende sotto i 15 gradi, con massime giornaliere che spesso superano i 20. Non è un caso che molti atleti abbiano eletto questa location a quella ideale per i periodi di allenamento invernale, quando bisogna mettere le basi per una intera stagione: senza però le complicazioni e le malinconie date da gelo e nebbia.

Dopo il trionfo ai Giochi, Jacobs ha deciso di chiudere la sua stagione agonistica per il perdurare di un problemino muscolaree anche per reimpostare da zero il suo lavoro, inevitabilmente stravolto dal successo planetario arrivato con l’impresa di Tokyo. Interviste, sponsor, la grande popolarità ("ora è una fatica per me girare per Roma, dove vivo", ha riconosciuto Marcell) sono l’altra faccia della medaglia d’oro, all’apparenza quella più intrigante ma anche la più insidiosa, quando è il duro lavoro quotidiano senza distrazioni la condizione necessaria per salire in cima al mondo.

Il velocista azzurro ha avuto un figlio in giovanissima età, Jeremy, dalla precedente fidanzata e poi due, Anthony e Megan, da Nicole. Ecco perché la sua ricerca di una baby sitter è quanto di più comprensibile da parte di chi, volendo ragionare in termini di atletica leggera, fatica ad avere un centesimo libero anche quando le gare sembrano lontane. E i bambini corrono come nessun altro: non c’è campionissimo che tenga.