È stato condannato in Russia a tre anni e quattro mesi per istigazione al suicidio Philipp Budeikin, uno degli organizzatori di Blue Whale, la sfida social in 50 prove che spinge gli adolescenti ad atti autolesionistici fino al suicidio. Budeikin è stato riconosciuto colpevole di istigazione al suicidio nei confronti di due ragazze di 16 e 17 anni. Il giovane era stato arrestato nel maggio 2016 nell’appartamento della madre, nella regione di Mosca. Budeikin aveva definito le sue vittime "rifiuti biologici".