Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 apr 2022

Ispica, esplode fabbrica di botti. Gravi due ragazzini: giocavano a appiccare il fuoco

Forte boato nel comune del Ragusano. I due adolescenti sbalzati a 8 metri di distanza. Sono riusciti a rialzarsi e a chiamare i soccorsi. Portati via con l'elicottero, ora sono in prognosi riservata

5 apr 2022
Un forte boato, dovuto ad una esplosione in un deposito di fuochi d'artificio, � stato avvertito questo pomeriggio, in via dello Stadio, a Ispica (Ragusa), 05 aprile 2022. L'esplosione sarebbe avvenuta all'interno di una fabbrica di fuochi d'artificio dismessa da circa 9 anni. Due ragazzi rimasti feriti stanno per essere trasferiti con l'elisoccorso, a Catania. Sul posto ci sono 2 squadre di Vigili del fuoco.   ANSA / Gabriele Gannone
Esplosione in una fabbrica di botti a Ispica, Ragusa (Ansa)
Un forte boato, dovuto ad una esplosione in un deposito di fuochi d'artificio, � stato avvertito questo pomeriggio, in via dello Stadio, a Ispica (Ragusa), 05 aprile 2022. L'esplosione sarebbe avvenuta all'interno di una fabbrica di fuochi d'artificio dismessa da circa 9 anni. Due ragazzi rimasti feriti stanno per essere trasferiti con l'elisoccorso, a Catania. Sul posto ci sono 2 squadre di Vigili del fuoco.   ANSA / Gabriele Gannone
Esplosione in una fabbrica di botti a Ispica, Ragusa (Ansa)

Ispica (Ragusa), 5 aprile 2022 - Esplosione in un deposito di fuochi d'artificio a Ispica, in provincia di Ragusa. E' successo intorno alle 15. Due ragazzi sono rimasti feriti, uno di 14 anni, l'altro di 15. Stavano giocando nella struttura dismessa della fabbrica Moltisanti, in via dello Stadio. Avevano raccolto polvere pirica per poi appiccare il fuoco, quando c'è stato lo scoppio. Il forte boato è stato udito fino in centro. Dopo l'esplosione i due sono riusciti a chiedere aiuto. Sono stati soccorsi e portati con l'elicottero al Policlinico e al Cannizzaro di Catania. Entrambi sono in prognosi riservata. Sul posto sono giunte ambulanze del 118 e due squadre dei vigili del fuoco oltre all'elisoccorso. 

A raccontare i dettagli è il sindaco di Ispica, Innocenzo Leontini, che si è detto molto scosso per l'accaduto: "Sono stati sbalzati a 8 metri di distanza, sono riusciti a rialzarsi e a camminare per altri 600 metri prima di crollare e dare l'allarme".  Una deflagrazione violenta che ha causato anche il crollo di un muro della fabbrica. "Sembra che i due ragazzini si siano introdotti nella fabbrica dopo aver divelto la rete, i carabinieri hanno trovato un foro nella recinzione. Un cartello all'esterno della struttura indicava il divieto di accendere fuochi. Le condizioni di sicurezza c'erano tutte... E' stata una disgrazia, stavano giocando ed è accaduto il disastro".

"Conosco entrambe le famiglie, manifesto loro tutta la mia vicinanza e mi auguro che i due ragazzi", ha aggiunto il sindaco.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?