Roma, 11 luglio 2021 -  Il giorno dopo le minacce dell'Isis a Roma e al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, le forze dell'ordine italiane hanno assestato un colpo alla galassia dell'Isis. Un marocchino di 29 anni che aveva combattuto in Siria prima nelle file di Al Nusra e poi nell'Isis, dove aveva ricoperto la carica di responsabile militare, è stato arrestato dalla polizia a Lago, in provincia di Salerno, alla fine un'indagine che ha coinvolto Antiterrorismo, Digos di Napoli e Salerno, Aisi e servizi segreti marocchini.

Nei confronti dell'uomo, che ora si trova nel carcere di Salerno a disposizione dell'autorità giudiziaria in attesa dell'estradizione, c'era un mandato di cattura emesso dal procuratore generale presso la corte d'appello di Rabat, in Marocco, il 28 giugno, ed esteso a livello internazionale l'8 luglio.

Le accuse ipotizzate dalla Procura per il marocchino sono associazione a delinquere finalizzata alla preparazione e alla commissione di atti di terrorismo, detenzione illegale di armi, raccolta di fondi per il finanziamento del terrorismo e minacce all'ordine pubblico. L'uomo è stato localizzato a Lago grazie al contributo degli 007 dell'Aisi, l'agenzia per la sicurezza interna, e quelli della Dgst (Direzione generale per la sorveglianza del terrorismo) del Marocco: monitorato e pedinato, il 29enne è stato bloccato nei pressi di un bar dove si trovava con altri cittadini extracomunitari. Il nome del marocchino era stato inserito nella banca dati Schengen da Spagna e Francia ed era finito sotto la lente dell'intelligence già nel 2018 proprio per i suoi trascorsi in Siria, dove era stato nel 2012.

Minacce a Di Maio, gli Usa

image

Tornando alle minacce dell'Isis a Di Maio, interviene oggi il segretario di Stato americano Anthony Blinken: "Condanniamo le minacce contro l'Italia e Luigi Di Maio. Gli Stati Uniti ribadiscono il nostro sostegno ai nostri alleati italiani dopo aver co-ospitato il D-ISIS Global Coalition (il summit della coalizione anti Daesh svolto a Roma il 28 giugno scorso, ndr). Insieme, la coalizione D-ISIS sconfiggerà l'Isis".