Lacrime, dolore e rabbia. È morta ieri la bambina undicenne ricoverata nell’ospedale Di Cristina di Palermo perché malata di Covid. La piccola, che soffriva già di una malattia rara, era stata contagiata dalla sorella, rientrata da un viaggio in Spagna. Era stato il presidente della Regione, Nello Musumeci, a rivelare che nessuno in famiglia era vaccinato. A Palermo, aveva spiegato Musumeci, è ricoverata un’altra bambina, una neonata la cui madre era risultata positiva. "Sono vicino, come padre e come presidente, alla famiglia della piccola, che vive il dolore più grande. Ogni qualvolta il Covid spegne una vita, è una sconfitta per tutti. E non c’è consolazione, da parte nostra, nella consapevolezza di aver fatto tutto quanto nelle nostre possibilità per evitarlo. Solo il buon Dio potrà dare la forza necessaria ai genitori per andare avanti. Oggi – ha concluso Musumeci – è momento di silenzio e di dolore".