Inneggiamenti a Mussolini, dileggio e petardi contro un gruppo minorenni. "È un’aggressione omofoba, in piena regola", dice la mamma di una delle ragazzine. Succede a Ferrara, durante i festeggiamenti di Halloween. Un gruppo di ragazzi della comunità Lgbt+ (tra i 12 e i 14 anni) sta trascorrendo il pomeriggio in tranquillità. Verso le 17, un altro gruppo di ragazzi (di età compresa fra i 17 e i 20 anni) si avvicina minaccioso. Spara due petardi a pochi centimetri dai giovani Lgbt+. Poi, le frasi sul Duce: "Sapete chi è Mussolini? Sapete che vi brucerete tutti?". Le vittime riescono a fuggire, non prima però di aver girato un video dell’accaduto che, in poche ore, ottiene migliaia di condivisioni e “like“ su Tik-Tok. "Mia figlia è sconvolta – dice la madre di una delle vittime –. Sabato depositerò una querela e spero che altri genitori mi vogliano seguire". La madre è determinata e vuole andare oltre. "Sono intenzionata a scrivere una lettera al sindaco Alan Fabbri – prosegue – perché spero che anche lui si faccia carico di questa situazione. Non è concepibile aver paura di mostrare il proprio orientamento sessuale. In questo momento, quando mia figlia gira per strada, non mi sento per nulla tranquilla".

Federico Di Bisceglie