31 gen 2022

Ingegnere ucciso in Olanda, oggi l'autopsia. "Lo riporteremo a casa"

I familiari domani partono per Amsterdam. "Nessuna certezza sul movente"

featured image
Paolo Moroni, 42 anni

Roma, 31 gennaio 2022 - L'ingegnere italiano ucciso in Olanda è stato finito a coltellate. "Oggi è prevista l'autopsia", fa sapere Bruno Forestieri, l'avvocato della famiglia di Paolo Moroni. "Un cervellone", lo descrive lo zio Domenico,  mentre parla al telefono dal ristorante di famiglia ad Allumiere, nella provincia di Roma. Da dove il nipote era partito anni fa per stabilirsi ad Amsterdam. Aveva appena finito di sistemare la sua casa, un appartamento in una zona residenziale del porto.

Approfondisci:

Ingegnere trovato morto ad Amsterdam: "È stato ucciso"

Poche certezze, per ora. Elenca il legale: "La polizia non ha ammesso i periti di parte, all'esame autoptico. L'abitazione dovrebbe essere dissequestrata in settimana. Sul movente non ci sono certezze, le indagini sono in corso".

Approfondisci:

Ingegnere ucciso in Olanda: fermato il killer

Questa mattina i familiari di Paolo Moroni partiranno per l'Olanda. "Lo riporteremo a casa", dice una nipote al telefono. E tutti ricordano la sua gioia di vivere, increduli. "Solo dopo la perizia autoptica potrà avvenire un colloquio con la famiglia", prevede l'avvocato. Ma al momento nessuna certezza.

Intanto anche la procura di Roma ha aperto un'inchiesta. I giornali olandesi scrivono che domani il sospetto killer andrà davanti al magistrato per la convalida del fermo.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?