1C’è chi le ha già ribattezzate ’smart sister’, quasi a voler richiamare l’irrefrenabile energia dell’attrice Whoopi Goldberg in Sister Act. Sono le suore del nuovo millennio, sicuramente fuori dagli schemi rispetto alla tradizione e molto protagoniste della vita quotidiana. L’Osservatore Romano – la testata che ha coniato appunto la definizione ‘smart sister’ – dedica, nel mensile ‘Donne, Chiesa, Mondo’, un focus sul nuovo modo di intendere la vocazione religiosa. C’è la suora che ha 75mila follower su TikTok e la monaca mastra birraia che produce in Baviera 3mila ettolitri di birra l’anno. C’è l’economista, consigliera del governo italiano e di Papa Francesco, e la suora che è nel cda.

Il giornale del Papa ricorda anche le figure storiche che hanno inciso nella storia del mondo, come suor Mary Keller, che ha contribuito a sviluppare il Basic, il linguaggio di programmazione, un anticipo di internet. Suor Norma Pimentel, che è stata inserita tra le cento figure più influenti dalla rivista ‘Time’, dirige la Caritas del Rio Grande. Hermana Claudia, argentina, è invece su TikTok. In Italia suor Alessandra Smerilli, salesiana ed economista, è membro del Comitato di donne voluto dalla ministra Elena Bonetti. Suor Giuliana Galli, delle Suore vincenzine del Cottolengo, dal 2008 è membro del consiglio di amministrazione della Compagnia di San Paolo, e tutti la chiamano tutti ‘sorella banca’.