Calano i contagi e l’indice di positività, ma crescono i ricoveri in terapia intensiva. Il bollettino della Protezione civile porta almeno due buone notizie. Sono 6.513 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (venerdì sono stati 6.619). Sale così a 4.350.028 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e...

Calano i contagi e l’indice di positività, ma crescono i ricoveri in terapia intensiva. Il bollettino della Protezione civile porta almeno due buone notizie. Sono 6.513 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (venerdì sono stati 6.619). Sale così a 4.350.028 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia.

I decessi ieri sono stati 16 (venerdì erano stati 18), per un totale di 128.063 vittime da febbraio 2020. Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere 87.285 (ovvero 4.323 in più rispetto a venerdì).

Il tasso di positività è sceso al 2,4% (venerdì era al 2,7%). Il numero dei tamponi eseguiti è stato di 264.860 (venerdì erano stati 247.486). Il tempo di raddoppio dei casi, ed è un’altra buona notizia, sale da 6-7 giorni a 11-12. Tutti gli indicatori segnalano rispetto alla settimana scorsa un chiaro rallentamento della crescita delle nuove infezioni a fronte di un incremento dei test eseguiti.

Sono, purtroppo, ancora in crescita in Italia i ricoverati con sintomi di Covid. I nuovi posti letto occupati nei reparti ordinari sono 39 (venerdì erano stati 82), per un totale di 1.851 ricoverati (venerdì erano 1.812). In terapia intensiva si trovano 214 paziente (13 in più rispetto a venerdì), con 25 ingressi in rianimazione (venerdì erano stati 20).

Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 68 milioni. I cittadini che hanno completato il ciclo vaccinale sono più di 32 milioni (59,51% della popolazione over 12). L’ultima media mobile a 7 giorni di dosi somministrate ogni giorno in Italia è di 503.259. A questo ritmo ci vorrebbe 1 mese e 1 giorno per coprire l’80% della popolazione vaccinabile.