19 apr 2022

Incinta al quinto mese, operata da sveglia "Pensavo di non farcela"

Colpita da una gravissima infezione polmonare e del torace, una donna di 39 anni incinta alla 17esima settimana è stata operata da sveglia per evitare rischi alla gravidanza. È stato così possibile trattare per via mini-invasiva la grave infezione, potenzialmente letale, evitando l’anestesia generale per il rischio di gravi conseguenze sul feto o di aborto. Ricoverata al Mauriziano di Torino, l’intervento è stato eseguito all’ospedale Molinette della Città della Salute. Madre e feto sono salvi. "Pensavo di non farcela e invece mi hanno salvato la vita. A me e al mio bambino..." ha affermato la paziente dopo l’intervento.

Ancora qualche giorno di ricovero, poi potrà tornare a casa. "Me la sono vista davvero brutta – aggiunge la donna – ma adesso va benissimo: i medici ci hanno cambiato la vita". "Per le condizioni generali della paziente abbiamo deciso subito per l’intervento chirurgico", spiega Paolo Righini, vicedirettore della Pneumologia dell’ospedale Mauriziano, che ha subito contattato la Chirurgia Toracica delle Molinette, strutture legate da anni da una proficua collaborazione. "Per il bambino, ma anche per lei, una paziente così non si poteva assolutamente addormentare. La signora lo ha accettato ed è stata molto collaborativa: partecipava persino alle nostre battute", aggiunge il chirurgo toracico Paraskevas Lyberis, che ha eseguito l’intervento.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?