Domenica 14 Luglio 2024

Incidente a bus di migranti sull’A1: 2 morti, 14 feriti

Il mezzo era diretto dalla Sicilia in Piemonte: trasportava profughi appena sbarcati a Lampedusa. Finito contro un Tir. Deceduti i due giovani autisti, due passeggeri gravi ma non in pericolo di vita

Bus migranti contro un Tir sull'A1, due morti (Ansa)

Bus migranti contro un Tir sull'A1, due morti (Ansa)

Roma, 15 settembre 2023 – Un bus che trasportava 49 migranti dalla Sicilia al Piemonte è rimasto coinvolto in un incidente sull’A1, tra Guidonia Montecelio e Roma nord. I due giovani autisti sono morti nello scontro con un Tir, mentre 14 passeggeri (non 25, come riportato in un primo momento) sono rimasti feriti: due in codice rosso sono stati   ricoverati al Gemelli ed all'Umberto I (non rischiano comunque la vita) 8 in codice giallo distribuiti in vari ospedali, 35 sono illesi. 

Il mezzo a disposizione della Prefettura di Agrigento era partito alle 22 da Porto Empedocle con a bordo migranti sbarcati a Lampedusa nei giorni scorsi ed era diretto ai centri di accoglienza piemontesi. Da chiarire la dinamica. Sul posto, oltre alla polizia, 10 ambulanze del 118 e due automediche. 

Approfondisci:

Migranti, il dolore della mamma-bambina davanti al corpo della neonata morta annegata

Migranti, il dolore della mamma-bambina davanti al corpo della neonata morta annegata

Chi sono le vittime

L’incidente è avvenuto nella notte, alle 2,22 nella carreggiata Nord. I migranti, una cinquantina circa, erano sull'autobus della Patti tour di Favara che si è scontrato con un Tir.  Uno dei due autisti è morto sul colpo, l’altro è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. Le vittime sono  Alberto Vella, 34 anni, e Davide Giudice, 32. Erano entrambi di Favara, nell'Agrigentino.

Giudice era al suo primo viaggio con la Patti tour. Fino a poco tempo fa lavorava in Lombardia. "Era contento, contentissimo perché era tornato fra noi, a casa  – hanno raccontato alcuni suoi amici  – e questo è stato il 'premio’”. Favara è sotto choc per la tragedia che ha ucciso due suoi cittadini. Il sindaco, Antonio Palumbo, ha annunciato il lutto cittadino. 

La prefettura: “Turni di riposo rispettati”

Secondo i primi accertamenti della Prefettura le regole sui turni di lavoro erano state rispettate. “Talvolta capita che siamo costretti a far aspettare i pullman, che dovranno trasferire i migranti, anche per diverse ore prima di partire, magari perché manca qualcuno o un documento  – hanno spiegato dalla Prefettura  – . In questo caso, il bus era partito in orario, gli autisti avevano rispettato i regimi di riposo e pausa previsti dalla legislazione. La causa dell'incidente può essere stata anche stanchezza, ma certamente non addebitabile ad un errore della ditta o ad un nostro trattenimento eccessivo. Siamo sconvolti anche noi che quotidianamente ci confrontiamo, fra gli altri, con le ditte di autolinea e con i loro lavoratori”. 

Approfondisci:

Migranti, l’accoglienza difficile. Ospitarli? Impresa impossibile. Pesano i tagli ai servizi

Migranti, l’accoglienza difficile. Ospitarli? Impresa impossibile. Pesano i tagli ai servizi