Le prime 550.000 dosi del vaccino cinese Sinopharm contro il Covid-19 sono arrivate ieri mattina in Ungheria, unico Paese dell’Unione Europea ad averlo approvato: l’ha annunciato il governo di Viktor Orban, che ha dato il via libera anche all’utilizzo del vaccino russo Sputnik V. L’aereo con il carico di Sinopharm, partito da Pechino, è atterrato all’aeroporto di Budapest a mezzogiorno: la scorta consentirà la vaccinazione di 275mila persone. "Grazie alla cooperazione con il governo cinese, siamo il primo paese dell’Ue a ricevere il vaccino Sinopharm", ha dichiarato Tamas Menczer, segretario di Stato per gli Affari esteri. "Questo è un giorno importante per l’Ungheria".