Un peschereccio con circa 400 migranti si è incagliato in una secca del porto di Pozzallo (Ragusa), a circa 50 metri dalla barriera frangiflutti del molto di levante. Il mare agitato e il forte vento hanno reso difficoltose le operazioni di soccorso portate da cinque imbarcazioni e proseguite durante tutta la notte. Le condizioni meteo hanno consentito solo il trasbordo dei migranti tramite i gommoni della Capitaneria e un rimorchiatore. Il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna ha detto che i migranti saranno ospitati nella palestra comunale dove saranno sottoposti ai controlli anti Covid prima di essere trasferiti su una nave quarantena.