"Via da Atlanta!". Dal mondo del baseball americano arriva un sonoro schiaffo a Donald Trump e ai repubblicani che in diversi stati stanno portando avanti una decisa offensiva contro il diritto di voto, cavalcando la teoria delle elezioni rubate alimentata dall’ex presidente. La Major League (Mlb), la lega professionistica dello sport più popolare negli Usa, ha annunciato che per protesta contro la stretta varata in Georgia, definita "antiamericana e razzista" da Joe Biden, il 13 luglio non si svolgerà più nella sua capitale l’All Star Game. "Dopo aver parlato con le società e con i giocatori abbiamo deciso che questa è la maniera migliore per dimostrare i nostri valori", ha affermato categorico il commissario della lega Rob Manfred.