Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 apr 2022

Il virus tiene in scacco la città di Shanghai

25 apr 2022

Dodici morti a Shanghai a causa del Covid, la cifra più alta registrata finora dall’inizio dell’ultima ondata, a seguito della quale è stato imposto un lockdown rigidissimo in città. Il bilancio è stato fornito dalla commissione nazionale di Sanità cinese, che porta così a 4.686 il numero dei morti in Cina dall’inizio della pandemia. Nel Paese sono stati inoltre registrati 18.092 casi, di cui 2.988 a Shanghai, i cui 25 milioni di abitanti sono confinati dal 5 aprile scorso. L’ondata a Shanghai è cominciata l’1 marzo e fino al 17 aprile, quando i contagi avevano superato quota 350 mila, le autorità non avevano riscontrato alcun decesso, solo una decina di pazienti in condizioni critiche.

Da giorni, però, sui social media circolavano voci su decine di morti causate dal Covid-19 in ospedali geriatrici: testimonianze dettagliate sono state raccolte dal Wall Street Journal e dalla Bbc. Per quanto riguarda i morti, dal 2020 a inizio 2022, la Cina aveva contato 3 morti per milione di abitanti; gli Stati Uniti 970 mila morti: 2.900 per milione di cittadini. Per mesi, il governo di Pechino ha propagandato la superiorità del modello di controllo "Tolleranza Zero" rispetto al "caos occidentale", ma la gestione imposta dal presidente Xi Jimping non convince.

e.g.p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?