Due quadri raffiguranti la Madonna di Pompei e Santa Rita, donati dal defunto boss della camorra Lorenzo Nuvoletta ed esposti da una quarantina d’anni, sono stati rimossi ieri mattina dalla chiesa di Maria Santissima della Cintura e della Consolazione a Marano (Napoli) per disposizione dell’arcivescovo di Napoli, Domenico Battaglia (nella foto). I due quadri – collocati a lato del portale dì ingresso della chiesa, che non è parrocchia – recavano la scritta "a devozione di Lorenzo Nuvoletta". Dopo un susseguirsi di polemiche è arrivata la decisione dell’arcivescovo di Napoli. In un comunicato la Curia arcivescovile partenopea ha reso noto che la rimozione è stata decisa "per non turbare i fedeli disorientandoli con azioni che potrebbero anche lontanamente essere ricondotte a una ambiguità tra vangelo e vita e per dare un inequivocabile esempio di incompatibilità tra i percorsi del Vangelo e quelli dell’iniquità a qualsiasi livello".