Giorgio Comaschi Il problema non è scoprire i super-ospiti di Sanremo. Se Celentano, se i Maneskin, se Luca Carboni, se Malika eccetera. Ma chi se ne importa dei big. Il problema è scoprire chi sarà il virologo invitato. Volete dire che non ci sarà un virologo sul palco dell’Ariston insieme ad Amadeus? E sul toto-virologo sono già partite le scommesse. Quotazioni alte per Ilaria Capua, ma...

Giorgio

Comaschi

Il problema non è scoprire i super-ospiti di Sanremo. Se Celentano, se i Maneskin, se Luca Carboni, se Malika eccetera. Ma chi se ne importa dei big. Il problema è scoprire chi sarà il virologo invitato. Volete dire che non ci sarà un virologo sul palco dell’Ariston insieme ad Amadeus? E sul toto-virologo sono già partite le scommesse. Quotazioni alte per Ilaria Capua, ma pare ci sia un accordo complicato con l’agente. Poi sembra che lei voglia anche cantare e lì qualcuno ha sollevato dubbi. Burioni invece no, non vuole cantare, ma chiede un camerino col calcio-balilla, sei frigoriferi pieni di Fanta e un phon laser per i capelli. Un autore del festival ha detto: "Ma chi si crede, Mick Jagger?". Gli altri autori hanno risposto: "Sì". Trattative fitte anche per Brusaferro, ma ci sono dei particolari da limare perché Amadeus vorrebbe che facesse il tampone in diretta a tutti i cantanti.

Si parla molto anche di Ricciardi, ma lui ha detto che se viene non deve litigare in diretta e allora gli autori non lo vogliono perché non farebbe ascolto. Anche Crisanti è stato contattato ma l’idea degli autori che lo vorrebbero far vaccinare in diretta da Amadeus, non lo convince. Offerto un cachet molto alto anche a Zangrillo a patto che dica che il virus non esiste: lui ha preso tempo e dice che prima deve sentire la moglie. Qualcuno ha ipotizzato di inserire a sorpresa la Gismondo nel coro dell’orchestra Rai, ma lei nicchia perché dice che è stonata. Si pensa a un labiale. Fra gli outsider: Pregliasco è dato a 35, Massino Galli a 4. Le ultime indiscrezioni darebbero favorito Rezza, per il quale si starebbe preparando, in segreto, un clamoroso duetto con Stevie Wonder. Sull’operazione c’è molto riserbo. "I just called to say I love you, Rezza la sa già", dice un suo collega del Ministero della Salute. "E fra l’altro noi non ne possiamo più di sentirgliela provare", confessa. Il problema pare sia Steve Wonder. Comunque grande attesa. Perché Sanremo…è Sanremo.