Un crollo improvviso alle 7 di mattina, quando, fortunatamente, l’impianto, utilizzato anche in questo periodo per attività sportive, era chiuso. Qualche attimo dopo e sarebbero entrati gli addetti alle pulizie. Il tetto del palaghiaccio di Vipiteno, ha ceduto probabilmente sotto il peso della neve, che sta cadendo abbondantemente in Alto Adige come non accadeva da anni. Il meteorologo Dieter Peterlin, ha spiegato che dall’inizio dell’inverno nella zona sono caduti 285 litrimq, ovvero tre volte il valore della media pluriennale. Qualche giorno prima il precedente a San Candido, in Val Pusteria, dove sempre sotto il peso della neve era crollato anche un fienile. Il crollo del palaghiaccio non ha comportato conseguenze per le persone, ma i danni sono ingenti. La procura di Bolzano ha avviato accertamenti. La struttura, che ha circa 30 anni e dispone di 1.700 posti, era la sede della squadra di hockey che milita nell’Alps Hockey League. Sul caso, è intervenuto anche il Codacons che ha annunciato un esposto alla procura alla Corte dei Conti del Trentino Alto Adige, parlando di una "tragedia sfiorata".