Superbonus più semplice per i condomini e eventuali risparmi della misura che andranno alla proroga. Sono alcune delle novità sull’ncentivo al 110% per le ristrutturazioni green e antisismiche contenute nella bozza del decreto Investimenti, approvato ieri dal Cdm. Oltre a completare la copertura attraverso il nuovo Fondo "extra" Recovery, si prevede che i condomini possano usufruire del Superbonus per tutto il 2022 senza bisogno di aver completato almeno il 60% dei lavori entro giugno. I risparmi saranno invece monitorati dal Mef che dovrà inviare ogni tre mesi gli aggiornamenti delle stime alle commissioni parlamentari competenti. Il fondo complementare al Recovery Plan finanzia la misura per 4,7 miliardi dal 2022 al 2026. In tutto quindi, calcolando anche i 13,81 miliardi del Pnrr, la copertura è di 18,51 miliardi. Nel dettaglio si prevede una proroga di 6 mesi, fino al 30 giugno 2023, per gli interventi sulle case popolari effettuati da Iacp e gli altri enti con le stesse finalità sociali. Per i condomini si stabilisce invece che la detrazione al 110% spetti anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, senza bisogno che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo.