1 Sputnik V

Il vaccino creato dal Gamaleya Research Institute ha un’efficacia del 91,6%.

L’Agenzia del farmaco

europea ha iniziato

la ‘rolling review’.

Il via libera, se tutto

andrà bene, potrebbe

arrivare a maggio.

2 CureVac

Il siero del colosso tedesco,

se non ci saranni intoppi,

sarà disponibile tra aprile

e maggio. CureVac

ha collaborato anche con Elon Musk (in foto) per creare

una serie di mini fabbriche

per produrre il vaccino

più velocemente.

3 Reithera

Ieri è entrata in fase avanzata di sperimentazione clinica il vaccino dell’italiana ReiThera. Lo studio di Fase 23 ha già ricevuto l’autorizzazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco ed è stato valutato positivamente dal Comitato etico dell’Inmi Spallanzani.