Anche Cristiano Ronaldo sta facendo i conti con la crisi di carburante che attanaglia il Regno Unito. Per riempire il serbatoio alla lussuosa Bentley dell’asso portoghese, un’autista alle sue dipendenze ha dovuto attendere quasi sette ore fuori dalla stazione di servizio di Wilmslow, non distante dalla dimora di CR7. Non è infatti passata inosservata agli altri automobilisti in coda la Bentley Flying Spur, del valore di circa 250mila euro, con la quale nelle ultime settimane Ronaldo è stato spesso fotografato all’ingresso del centro sportivo del Manchester United. Meno fortunato il rifornimento ordinato da Ronaldo per un’altra auto della sua ricca collezione, una Range Rover: dopo aver dovuto aspettare più di sei ore in coda, un membro della sicurezza personale di Ronaldo è stato costretto a desistere, perché nel frattempo il distributore era rimasto a secco. Intanto, contro il pericolo che i britannici trascorrano un Natale a piedi, Boris Johnson ha chiamato la cavalleria. Da domani duecento soldati saranno dispiegati per rifornire le stazioni di servizio. Fino a marzo visti prorogati poi per 300 camionisti stranieri.