Ci sarà naturalmente la torta e sarà sovrastata da un grappolo di palloncini che comporranno il numero 112: quanti gli anni di Maria Oliva, che tutti conoscono come Marietta, la "nonna d’Italia". A fare festa con lei il 16 aprile saranno la figlia Nunzia e alcuni nipoti. È pur vero che nonna Marietta, oltre ad avere conosciuto le grandi tragedie del Novecento, ha sconfitto da bambina la terribile Spagnola. Ma non è il caso di sfidare anche il Covid (anche perché non ha ancora fatto la vaccinazione) e perciò la compagnia sarà ridotta a una sparuta rappresentanza di una famiglia molto allargata: cinque figli (altri tre sono morti) e 58 tra nipoti e pronipoti. La donna più anziana d’Italia vive a Piazza Armerina, una cittadina medievale della provincia di Enna, dove è nata il 16 aprile 1909. Un’altra era storica: Benito Mussolini era ancora socialista, Giovanni Giolitti avrebbe guidato il governo per altri otto mesi, don Luigi Sturzo alla testa del movimento cattolico era impegnato in politica, seguito dal fratello Mario che proprio in quel tempo era vescovo a Piazza Armerina.